Il Natale nel Mondo in 5 tappe culinarie: fede e tradizione – Quarta tappa: Filippine

 

In tutto il Mondo, il Natale è un avvenimento dove la cucina si incontra con la cultura e la tradizione di un luogo. Ho iniziato a raccontarti di alcuni paesi europei, dove vige un Natale più simile al nostro (qui il post), poi sono passata agli Stati Uniti, dove predominano eccesso e abbondanza (leggi qui), per arrivare agli antipodi, l’Africa, in cui il Natale è momento per festeggiare il raccolto dalla terra (qui il post).

Adesso vorrei farti fare un altro salto nel mappamondo per giungere in Asia dove il festeggiamento del Natale è presente solo in poche zone in cui è presente la religione cristiana.

Un paese in particolare mi ha affascinato per le sue tradizioni cariche di generosità, le Filippine.

 

 

Tra i paesi asiatici, le Filippine emergono per le tradizioni natalizie di stampo cristiano che hanno plasmato e tramandato usanze interessanti.

I festeggiamenti iniziano cento giorni prima di Natale, comprando regali e addobbando le case con ghirlande e parol (lanterne) che hanno la funzione di indicare la strada ai Re Magi.

 

 

Da metà Dicembre, iniziano le celebrazioni formali presenziando a messa ogni giorno fino a Natale quando tutta la famiglia si riunirà per preparare il banchetto tanto atteso per augurare la Noche Buena: immancabile riso, carne arrostita (lechon) e dolci di crema (leche flan, qui la ricetta) al cocco (kalamay, qui la ricetta). 

 

 

La condivisione e la solidarietà sono alla base di questo momento dell’anno, in cui le porte di casa propria vengono aperte ad amici, parenti, vicini di casa e forestieri, a chiunque voglia spartire cibo e stare in compagnia.

La mattina di Natale, infine, i bambini sono soliti aprire i regali e ad intonare cori in strada per ricevere caramelle e offerte.

Un Natale fatto di famiglia, fede e tradizioni.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comment

Instagram